1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Rating ›› 

Petroliferi: Credit Suisse vede Brent a 105 dollari al barile, Eni tra i preferiti

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il settore petrolifero accende l’interesse di Credit Suisse, che vede un prezzo del Brent a 105 dollari al barile nel 2011, a 100 dollari nel 2012 e a 110 dollari nel 2013-2014. Le quotazioni sosterranno i big del comparto, tanto che il broker svizzero ha rivisto al rialzo le stime sull’utile per azione (Eps) per gli anni a venire. In particolare, le previsioni sull’Eps delle società oil europee e americane sono state alzate del 24% per l’anno in corso, del 17% per il 2012 e del 36% per il 2013. Non solo. I gruppi petroliferi “vedranno migliorare anche la loro posizione finanziaria, con una forte generazione di cassa”, sostengono gli analisti nel report diffuso oggi. Su questo scenario, Credit Suisse suggerisce di puntare sulle americane Chevron e Marathon Oil, sull’inglese Bp, l’italiana Eni e l’anglo-olandese Royal Dutch Shell.