Pensione: il 16% delle donne over 65 ha un reddito sotto la soglia di povertà

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 15/05/2014 - 15:02
Il sistema pensionistico riflette le discriminazioni esistenti nel mercato del lavoro: secondo i dati Istat le donne percepiscono in media 12.840 euro lordi l'anno, rispetto ai 18.435 degli uomini. Secondo lo studio The Younger Wife's Curse realizzato dal Gruppo Allianz, attualmente in Italia il 16,1% delle donne over 65 ha un reddito inferiore alla soglia di povertà. Troppo spesso le donne tendono a sottovalutare l'aspetto previdenziale e i vantaggi di una corretta pianificazione finanziaria che permetta loro di arrivare senza affanni e con la garanzia di un reddito adeguato anche nell'estrema vecchiaia: oggi il tasso di partecipazione alla previdenza complementare delle lavoratrici italiane si attesta a solo il 25,7% (gli iscritti di sesso femminile rappresentano il 36% degli aderenti). Qualcosa però sta cambiando, soprattutto fra le donne più giovani, tra le quali sembra diffondersi una crescente consapevolezza che la previdenza complementare rappresenti oggi l'unico strumento in grado di supplire all'assottigliamento dell'assegno pensionistico di base. Guardando gli aderenti ai fondi pensione si scopre infatti che soltanto il 9% degli uomini ha meno di 35 anni, mentre tra le donne la percentuale è praticamente doppia (sfiora il 18%).
COMMENTA LA NOTIZIA