1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pensionati: il 42,6% sotto i 1.000 euro al mese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

In Italia nel 2012 il 42,6% dei pensionati ha percepito un reddito da pensione inferiore a 1.000 euro al mese. Considerando che i pensionati sono 16,6 milioni (circa 75 mila in meno rispetto al 2011) si tratta di circa 7 milioni di persone. Il 38,7% invece ha percepito tra 1.000 e 2.000 euro, il 13,2% tra 2.000 e 3.000 euro, il 4,2% tra 3.000 e 5.000 euro mentre il restante 1,3% percepisce un importo superiore a 5.000 euro. E’ quanto emerge dai dati rilevati dall’Istat, insieme con l’Inps, che fa notare come nel 2012 la spesa complessiva per prestazioni pensionistiche, pari a 270.720 milioni di euro, è aumentata dell’1,8% rispetto all’anno precedente, mentre la sua incidenza sul Pil è cresciuta di 0,45 punti percentuali (dal 16,83% del 2011 al 17,28% del 2012). Le pensioni di vecchiaia assorbono il 71,8% della spesa pensionistica totale, quelle ai superstiti il 14,7%, quelle di invalidità il 4%; le pensioni assistenziali pesano per il 7,9% e le indennitarie per l’1,7%.

Sempre nel 2012 i pensionati cosiddetti d’oro hanno rappresentato lo 0,1% del totale. L’importo medio annuo delle pensioni è stato pari a 11.482 euro, 253 euro in più rispetto al 2011 (+2,3%). Le donne rappresentano il 52,9% dei pensionati e percepiscono assegni di importo medio pari a 13.569 euro (contro i 19.395 degli uomini); oltre la metà delle donne (52%) riceve meno di mille euro al mese, a fronte di circa un terzo (32,2%) degli uomini. Il 47,8% delle pensioni è erogato al Nord, il 20,5% nelle regioni del Centro e il restante 31,7% nel Mezzogiorno. Le persone che hanno iniziato a percepire una pensione nel 2012 (i nuovi pensionati) sono 626.408, mentre ammontano a 701.101 le persone che nel 2012 hanno smesso di esserne percettori. Il reddito medio dei nuovi pensionati (14.068 euro) è inferiore a quello dei cessati (15.261) e a quello dei pensionati sopravviventi (16.403), che già nel 2011 percepivano almeno una pensione. Il 26,5% dei pensionati ha meno di 65 anni, il 50% ha un’età compresa tra 65 e 79 anni, il 23,5% ha più di 80. Inoltre, il 67,3% dei pensionati è titolare di una sola pensioni, il 24,9% ne percepisce due e il 6,5% tre. Il restante 1,3% è titolare di quattro o più pensioni.