Peggior seduta da inizio anno per Wall Street, pesa l'andamento del mercato del lavoro -1-

Inviato da Luca Fiore il Sab, 02/06/2012 - 10:22
Le indicazioni peggiori delle attese arrivate dai dati macro, ed in particolare dai dati relativi l'andamento del mercato del lavoro, spingono al ribasso i listini a stelle e strisce. In controtendenza il Vix, o indice della paura, che con un balzo di oltre 10 punti percentuali si è portato a 26,7 punti. Il Dow ha terminato l'ultima seduta dell'ottava con un rosso del 2,22% a 12.118,57 punti portando il saldo da inizio anno in territorio negativo (-0,81%), -2,46% per lo S&P che chiude a 1.278,04 e -2,82% del Nasdaq che si porta a 2.747,48 punti (+1,63% e +5,46% nel 2012). Il saldo settimanale evidenzia rispettivamente un -2,7, un -3,02 ed un -3,17%.

A maggio il saldo delle buste paga nei settori non agricoli (non farm payrolls) è risultato positivo per 69 mila unità, contro un consensus Bloomberg di +150 mila unità. Peggio delle stime anche il tasso di disoccupazione, salito all'8,2% dall''8,1% precedente. Il difficile momento attraversato dalla prima economia è stato confermato dai dati inferiori alle attese relativi redditi e consumi ad aprile (+0,2 e +0,3%), dalle spese per costruzioni (+0,3%) e dall'Ism manifatturiero di maggio (53,5 punti).
COMMENTA LA NOTIZIA