Pc: il calo delle vendite frena nel I trimestre, grazie a fine di Xp

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 10/04/2014 - 09:40
Continua il calo delle vendite di personal computer (pc), ma a un ritmo più basso. La fine del supporto al sistema operativo Xp da parte di Microsoft ha infatti riacceso la voglia di cambiare il proprio computer. E' ciò che emerge dai dati preliminari raccolti da Gartner. Nel primo trimestre dell'anno sono stati venduti 76,6 milioni di pc, in ribasso dell'1,7% rispetto al corrispondente periodo del 2013, ma il declino si è attenuato rispetto agli ultimi sette trimestri. "La fine del supporto Xp da Microsoft, avvenuto l'8 aprile, ha svolto un ruolo nell'attenuare il calo delle vendite di pc", ha dichiarato Mikako Kitagawa, analista di Gartner. "Tutte le regioni geografiche hanno indicato un effetto positivo - ha spiegato Kitagawa - in quanto la fine del supporto Xp ha stimolato l'aggiornamento del computer". Tra i principali Paesi, il Giappone è stato quello dove questa dinamica è stata più evidente: l'aumento qui è stato del 35% (la crescita è stata sostenuta anche dalla prospettiva di un innalzamento dell'Iva ad aprile. "Ci aspettiamo che l'impatto della migrazione di Xp in tutto il mondo continui per tutto il 2014", prevede l'analista di Gartner.
Tra i produttori di computer, tutti i primi cinque venditori, tranne Acer, hanno registrato una crescita anno su anno. In particolare, Lenovo ha visto la crescita più forte con le vendite salite 10,9%. Una performance che ha permesso al gruppo cinese di estendere la sua posizione di leader mondiale.
COMMENTA LA NOTIZIA