La paura dell'aumento di capitale stende a tappeto Impregilo

Inviato da Redazione il Mer, 23/02/2005 - 08:58
Quotazione: IMPREGILO
Un'apertura al rialzo di oltre sei punti percentuali. E poi, per buona parte della giornata, la sospensione per eccesso di ribasso. Il ritorno di Impregilo alle contrattazioni è stato un vero e proprio saliscendi che si è chiuso con un calo del 4,29% a 0,43 euro. Un'ondata di vendite che all'indomani dell'annuncio dell'accordo tra i Romiti e la cordata di Rocca, Gavio, Benetton e Bonomi non ha risparmiato nemmeno la controllante Gemina. L'entusiasmo iniziale del mercato per la lettera d'intenti siglata da Gemina e i nuovi soci, che preannuncia il salvataggio della controllata Impregilo, è stato presto scalzato, secondo gli operatori, dal timore per un aumento di capitale a prezzi davvero stracciati. L'operazione proposta dalla nuova cordata prevede infatti una ricapitalizzazione di 400 milioni di euro e un bond convertibile con un warrant per altri 400 milioni. Il prezzo di emissione deve essere ancora stabilito, ma sia le banche sia i nuovi soci sono d'accordo nel ritenere che debba avvenire a un livello conveniente per tutti in modo che il mercato ne sottoscriva la quantità più ampia possibile.
COMMENTA LA NOTIZIA