La partita per Wind si sposta nella City

Inviato da Redazione il Mar, 08/03/2005 - 08:54
La partita per Wind si sposta nella City londinese. Secondo indiscrezioni di stampa sono trattative frenetiche quelle che il fondo Usa, Blackstone, sta portando avanti in questi giorni. Negoziati che dovranno essere conclusi nelle prossime settimane, visto che già nei prossimi giorni ci sarà un cda di Enel che discuterà della situazione delle controllate, quindi anche di Wind. Una data è fondamentale: il 30 marzo verranno presentati i dati definitivi consolidati del gruppo elettrico e quello potrebbe essere il momento migliore per valutare eventuali proposte. Dunque ecco spiegato tanto attivismo all'ombra del Big Ben. Non è infatti un caso che nei giorni scorsi a Londra si siano tenuti incontri tra l'operatore Usa e i gruppi come Permira, Kkr, Providence, Bc Partners, Apax e Cinven. Discussioni che avrebbero come obiettivo la costituzione di un accordo assai ampio, di almeno cinque fondi, per mettere sul piatto una cifra di equity molto elevata. Del resto Enel per Wind chiede 13 miliardi di euro: 6,3 di equity e 6,7 di debito. Visto il livello di indebitamento, i fondi non potranno comunque spingere troppo l'acceleratore sulla leva finanziaria.
COMMENTA LA NOTIZIA