Parolin: "Euro/dollaro, in atto correzione non inversione"

Inviato da Redazione il Gio, 04/08/2005 - 16:39
Scampoli di reazione per l'euro contro il dollaro dopo la discesa che prosegue da inizio anno. La valuta unica europea scambia sopra 1,23 e sembra essere destinata a salire ancora all'interno di quella che Tiziana Parolin precisa essere: "una correzione all'interno del più ampio movimento discendente che accompagna l'euro/dollaro da inizio 2005". Tra i motivi che favoriscono in questo momento l'euro l'incremento delle riserve in dollari detenute da alcune banche centrali tra le quali quella russa e le dichiarazioni del Fondo monetario internazionale secondo il quale il biglietto verde sarebbe ancora sopravvalutato. "Ieri - riprende Parolin - è stata rotta quota 1,2250 senza che vi fossero grosse motivazioni contingenti ma in realtà questo movimento era atteso anche se non così mmediato. Ora la prossima verifica è attesa in area 1,24/1,2460 sopra alla quale si aprono spazi verso 1,26/1,2650 con possibili allunghi a 1,28 che al momento non si possono escludere. L'interno modello si poggia su un primo supporto di breve termine a quota 1,22/1,2240 mentre i livelli di controllo del rischio si trovano a 1,2190 prima e 1,20 poi. Sotto quest'ultimo livello gli obiettivi, attualmente non a portata di mano, andrebbero individuati a quota 1,18/1,17".


COMMENTA LA NOTIZIA