Parolin: “L’euro puo’ tentare primo allungo verso 1,2220 dollari”

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A poco meno di mezz’ora dalla chiusura delle contrattazioni sui mercati europei l’euro/dollaro si muove al rialzo guadagnando circa mezzo punto percentuale in area 1,2070. In attesa della riunione del Comitato monetario della Federal Reserve di questa sera (atteso un rialzo dei tassi di interesse sui Fed Funds dello 0,25% al 4,75%), la valuta europea ha iniziato, già da venerdì, un recupero che secondo il pensiero di Tiziana Parolin, analista tecnico per B&S Joint, trova fondamento anche nelle attese rialziste sui tassi di interesse in Eurolandia. “Il recupero dell’euro è stato sostanzioso – è l’esordio di Parolin – e legato oggi soprattutto al dato sull’indice Ifo che si è rivelato essere il migliore degli ultimi 15 anni. La reazione è avvenuta inoltre da livelli interessanti, prima 1,1950 e poi, stamattina, 1,1990. La nostra aspettativa è che l’euro si possa apprezzare ulteriormente e tentare un allungo verso l’area compresa tra 1,2180 e 1,2220. Quest’ultima soglia rappresenta una media mobile di medio-lungo termine e ha contenuto bene il movimento negli ultimi periodi, è dunque un livello molto significativo. Se l’euro riuscisse a portarsi oltre quel livello si proporrebbe la possibilità di andare a vedere i massimi di gennaio a quota 1,2320/50”. Il modello, per il momento positivo, potrebbe essere messo in discussione solo sotto 1,19/1,1850: “E’ importante che i ritracciamenti si esauriscano in tale area” conclude Parolin.

Commenti dei Lettori
News Correlate

Consumi: spesa per benzina e gasolio cresce nel I trimestre (CSP)

Nel mese di marzo gli italiani hanno sborsato 4,7 miliardi di euro per l’acquisto di benzina e gasolio auto. Si tratta di un incremento del 14,4% rispetto allo stesso mese del 2016, corrispondente ad una maggiore spesa di 591 milioni. Una crescita ch…

BORSA ITALIANA

UniCredit aggrava il passivo giornaliero, -2% a 15,22 euro

Da poco scoccato mezzogiorno UniCredit aggrava il ribasso portando il passivo giornaliero a -2,05%, con il prezzo che scivola a 15,22 euro. Ieri il titolo ha avviato una correzione ribassista dopo il veloce allungo registrato nelle sedute di lunedì e…