Parmalat, Unicredit condannata a risarcire 40mila euro a privato

Inviato da Redazione il Lun, 07/11/2005 - 18:05
Quotazione: PARMALAT
Il tribunale di Venezia ha condannato Unicredito Italiano a risarcire 40 mila euro a un investitore privato che aveva comprato un bond Parmalat nel dicembre 2003, quando la situazione di Parmalat volgeva al dissesto. La sentenza, resa nota dall'Adusbef, evidenzia l'esistenza di un conflitto di interessi dell'istituto di piazza Cordusio che ha finanziato la Parmalat per l'erogazione del prestito, rivestendo il ruolo di lead manager nell'emissione delle obbligazioni ed ha fatto acquistare al risparmiatore obbligazioni rientranti nel portafoglio titoli di un istituto facente parte del gruppo Unicredit,così trasferendo il rischio del mancato rimborso dei bond dallo stesso gruppo al cliente. Nella sentenza si legge inoltre che va osservato che l'ordine di acquisto delle obbligazioni Parmalat è stato raccolto dalla banca qualche settimana prima che la società di Collecchio dichiarasse default, non trovando giustificazione la difesa dell'istituto di credito secondo il quale tale evento (il crack) non era stato in alcun modo percepito e previsto dal mercato: in realtà - prosegue la pronuncia - sia la relazione del presidente della Consob che i chiarimenti legati alla vicenda del fondo Epicurum, alimentavano timori e preoccupazioni sulla situazione patrimoniale della società che non potevano essere ignorate.
COMMENTA LA NOTIZIA