1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Parmalat, tra i pochi titoli ancora con un quadro grafico non compromesso

QUOTAZIONI Parmalat
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Pur non essendo stata risparmiata dalle vendite nell’ultima parte del 2010 e in queste sedute di inizio 2011, Parmalat appare meglio posizionata dal punto di vista tecnico rispetto ai titoli di molte altre società che compongono il Ftse Mib, specie di quelle appartenenti al settore finanziario. A sostegno di questa considerazione vi è la constatazione che la violazione delle coriacee resistenze comprese tra 2 e 2,02 euro avvenuto lo scorso 22 dicembre è ancora valido da un punto di vista tecnico. La soglia psicologica dei 2 euro aveva penalizzato per tutto il secondo semestre del 2010 le quotazioni del gruppo di Collecchio, ragion per cui ora che i titoli scambiano sopra tale area il sostegno in termini di supporto dovrebbe essere altrettanto forte. Oltre a questo elemento vi è da considerare che Parmalat si mantiene sopra la trendline ascendente di lungo periodo disegnata con i minimi crescenti del 29 dicembre 2008 e del 12 novembre 2010. Tale trend attualmente transita a 1,9787. Anche le medie mobile a 14, 55 e 200 sedute sono incrociate positivamente dal 21 dicembre. In base a queste considerazioni è dunque possibile implementare una strategia long nel range compreso tra 2 e 2,02 euro. Con stop in caso di ritorno sotto la soglia di 1,925 euro, il primo target è posizionato a 2,095 euro e il secondo è fissato all’altezza di 2,15 euro.