Parmalat, la mail che ha acceso la miccia

Inviato da Titta Ferraro il Gio, 09/11/2006 - 09:05
Messaggi e mail, indiscrezioni e smentite. Un coktail esplosivo che ieri ha messo le ali al titolo Parmalat, tra i migliori dell'S&P/Mib con un progresso nell'ordine dei tre punti percentuali. A trainare sin dalla mattinata il titolo di Collecchio sono state le indiscrezioni circa un'imminente transazione con Banca Intesa per 300 milioni di euro. Poi la smentita secca arrivata dal quartier generale di Parma che ha raffreddato gli entusiasmi portando il titolo a chiudere a +1,59%. Ad accendere la miccia sarebbe stato un messaggio della banca d'investimenti Lehman Brothers che recitava: "In un incontro tenutosi la scorsa sera per aggiornare il mercato sulla loro aggregazione, le banche hanno affermato per la prima volta che sperano di chiudere una transazione con Parmalat prima della loro fusione". E dopo alcuni calcoli il messaggio mail si chiude così: "Noi crediamo che le banche dovranno pagare più di 303 milioni di euro". Frasi secche e perfette per infuocare la Borsa.
COMMENTA LA NOTIZIA