Parmalat: abbassate stime su Ebitda 2013 a +2%

Inviato da Flavia Scarano il Ven, 06/12/2013 - 16:48
Quotazione: PARMALAT
Parmalat ha rivisto al ribasso le stime sulla chiusura dell'esercizio 2013. "Il ridimensionamento delle aspettative per l'ultimo trimestre - ha spiegato l'azienda di Collecchio in una nota - ha indotto a rivedere al ribasso le previsioni di crescita dei risultati di fine anno. Tale ridimensionamento è determinato, principalmente, dall'ulteriore ed improvviso indebolimento della domanda in molti mercati in cui Parmalat opera e dalle difficoltà a riversare sui prezzi il sensibile aumento del costo delle materie prime e, in particolare, del latte".

Il Cda ha così deliberato di modificare parzialmente la guidance 2013: si stima, a tassi di cambio e perimetro costanti ed escluso l'effetto dell'iperinflazione, una crescita rispetto al 2012 dell'Ebitda pari a circa il 2%. Rimane confermata la previsione di crescita del fatturato netto di circa il 3%.

Parmalat ha inoltre reso noto che il Consiglio "ha esaminato autorevoli pareri legali che hanno confermato che il decreto emesso dal Tribunale di Parma in data 11 novembre 2013 non è efficace pendendo il relativo reclamo innanzi alla Corte d'Appello competente".
COMMENTA LA NOTIZIA