1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Italia ›› 

Parmalat: +67% per il risultato netto dei primi tre mesi, utile e cedola 2012 rivisti al ribasso

QUOTAZIONI Parmalat
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Oggi il Cda di Parmalat ha approvato la richiesta di aggiustamento prezzo per Lactalis American Group, le integrazioni al bilancio 2012 e i conti dei primi tre mesi. Per quanto riguarda il primo punto, il Cda ha approvato una richiesta di aggiustamento del prezzo di 144 milioni di dollari “che corrisponde -si legge nella nota diffusa dalla società di Collecchio- al massimo adjustment price previsto dal contratto”.

Per quanto riguarda le integrazioni al bilancio 2012 (dopo la decisione del Tribunale di Roma sulla controllata Centrale del Latte di Roma), l’utile netto consolidato passa da 175,2 a 80,1 milioni di euro (dividendo scende a 0,013 euro per azione).

I primi tre mesi dell’anno si sono chiusi con un utile di 55,8 milioni di euro, il 67,1% in più rispetto al pari periodo 2012, mentre il fatturato è cresciuto del 12,6% a 1.232,5 milioni di euro. “Per il 2013, a tassi di cambio costanti e a perimetro costante (ovvero considerando per il 2012 un pro-forma di 12 mesi per LAG), si stima un fatturato netto in crescita di circa il 3% ed un Ebitda in crescita di circa il 5% rispetto al 2012”.