Panico sulle Borse europee, pesano timori su solidità paesi europei

Inviato da Massimiliano Volpe il Mar, 04/05/2010 - 17:58
Le principali borse europee hanno chiuso gli scambi in forte calo, sui minimi di giornata. A favorire le vendite le indiscrezioni, smentite poi dal premier Jose Luis Zapatero, della richiesta di aiuti finanziari da parte della Spagna.
A Londra, l'indice Ftse ha terminato a quota 5410 punti, (-2,51%). In evidenza, tra le blue chip, Inmarsat (+2,1%) e British American Tobacco (+2,09%). Maglia nera del listino inglese Eurasian Natural (-11,34%), seguito da Antofagasta (-8,61%).
L'indice tedesco Dax ha invece terminato a quota 6012 punti, (-2,58%). Peggior titolo del listino di Francoforte Thyssenkrupp (-4,68%), seguito da Linde (-4,63%). Tra le blue chip si salva dalle vendite solo E.On (+0,74%).
A Parigi il Cac40 ha terminato a 3691 punti, (-3,68%). Pecora nera Peugeot (-7,2%), seguita da Renault (-6,66%). Nessuna blue chip ha chiuso la seduta in terreno positivo.
COMMENTA LA NOTIZIA