1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Palm pensa al delisting per evitare l’assalto dei fondi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il pioniere del palmare e il suo concorrente più agguerrito si trovano a fare i conti con un futuro nebuloso la prima (Palm) e un drastico taglio dei profitti per la seconda (Research in Motion). Il primo prodotto lanciato sul mercato da Palm risale al 1996, il Pilot 1000 che diede il via all’epoca dei palmari. Una rivoluzione che ha scosso l’hitech nell’ultimo decennio ma che ora vede Palm stretta nella morsa dell’agguerrita concorrenza del BlackBerry di Rim. Una criticità sfociata ieri nell’annuncio del mandato a Morgan Stanley per valutare le possibili opportunità strategiche per il gruppo, e tra le opzioni c’è anche quella del delisting attraverso il riacquisto delle azioni sul mercato. La capitalizzazione di 1,7 miliardi di dollari è accessibile per diversi fondi che potrebbero tentare la scalata ostile, pericolo che la società vuole scampare. E ieri a Wall Street il titolo ha ceduto quasi il 10%. Profit warning invece per Research in Motion che ha reso noto come la riformulazione del bilancio 2006 ha portato a tagliare gli utili di 250 milioni di dollari.