I Paesi ASEAN offrono buoni spunti di investimento per il 2012 (Schroders)

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 13/02/2012 - 15:27
Non è il caso di mantenere un portafoglio eccessivamente difensivo ma una maggiore cautela va usata per Corea, Taiwan e Cina. E' il parere di Richard Sennitt, fund manager di Schroders. In particolare, dopo un 2011 particolarmente duro per i Paesi asiatici, quest'anno potrebbe essere quello giusto per trovare occasioni d'investimento, anche se con la paura che domina i mercati non è possibile fare previsioni certe. "Gli investitori devono focalizzarsi su società che generano internamente flussi di cassa", spiega Sennitt, "per avere una copertura contro le turbolenze ddi breve termine nel mercato. Nel lungo periodo siamo invece convinti che ci sia un buon potenziale per guadagni significativi in Asia".
In particolare, ad interessare il fund manager di Schroders è l'area ASEAN, che include i Paesi asiatici "minori", che nel lungo periodo si presenta come un buon soggetto economico le cui società mantengono un basso livello di debito su reddito e si spostano gradualmente verso una politica di produzione di dividendo.
COMMENTA LA NOTIZIA