1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Pacchetto energia, via libera agli incentivi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

È stato presentato dal Governo il nuovo piano sull’efficienza energetica, sulle fonti rinnovabili e sull’eco industria che intende agire su due fronti: domanda e offerta. Da un lato, risparmiare energia e dall’altro puntare sulle fonte rinnovabili, dunque: due necessità che diventano un’occasione di sviluppo industriale e al tempo stesso di crescita per l’Italia. La strada per raggiungere questi obiettivi è quella di incrementare la gamma di prodotti che consentono di risparmiare energia e ridurre l’impatto ambientale ma anche sviluppare l’offerta attraverso una forte industria italiana nel settore.


Sul fronte della domanda, una delle prime misure previste dai decreti attuativi della Finanziaria riguarda la riqualificazione degli edifici, con l’innalzamento dal 36% al 55% della detrazione fiscale per interventi che consentono di ridurre le dispersioni termiche; per l’installazione di pannelli solari e per la sostituzione di vecchie caldaie con nuove ad alta efficienza. La seconda misura punta a promuovere l’efficienza nell’industria con al detrazione fiscale del 20% per l’acquisto e l’installazione di motori elettrici trifase in bassa tensione ad elevata efficienza con potenza compresa tra 5 e 90 kW sia per nuova installazione sia per la sostituzione di vecchi. Stessa detrazione per l’acquisto e l’installazione di variatori di velocità di motori elettrici con potenze da 7,5 a 90 kW. Inoltre, si cerca di incentivare la mobilità sostenibile attraverso la riduzione fiscale per il Gpl (-20%) e incentivi per creare un parco auto ecologico e diminuire l’inquinamento. I decreti attuativi prevedono poi incentivi al sistema agroenergetico stabilendo obiettivi di miscelazione obbligatoria di biocarburanti in crescita fino al 2010; riduzione della tassazione sul biodiesel e sul bioetanolo.

600 milioni di euro per il triennio 2007-2009 sono stati assegnati in favore di misure di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra grazie al Fondo Kyoto. Il Governo, infine prevede anche l’incentivazione del fotovoltaico, il potenziamento dei certificati bianchi (risparmio energetico), il rafforzamento e la revisione del meccanismo di incentivazione delle fonti rinnovabili, oggi basato sui certificati verdi, l’incentivazione della cogenerazione ad alto rendimento.


L’Italia si avvicina a grandi passi al 20th World Energy Congress – Rome2007 (Wec), presentato lo scorso 13 febbraio alla Farnesina e considerato il principale evento mondiale dedicato a tutte le fonti energetiche. Dall’11 al 15 novembre 2007, Roma sarà la capitale mondiale dell’energia. E la funzione del Wec, per la prima volta nella sua storia ospitato nella nostra penisola, è di promuovere lo sviluppo economico e l’uso pacifico e sostenibile delle risorse energetiche a vantaggio dei popoli di tutto il mondo.