1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Outlook sui mercati: economie in ripresa, valutazioni in fase di surriscaldamento

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’inizio dell’anno è stato piuttosto fiacco e i mercati azionari stanno ancora attendendo che i fondamentali confermino i buoni risultati del 2013, tuttavia il team di Russell Investments rimane fiducioso: “”Crediamo che il ciclo economico avrà la meglio e gli investitori dovrebbero quindi mantenere la propria esposizione azionaria – afferma Thomas Schneider, Director Sud Europa e Responsabile per l’Italia di Russell – La temperatura sui mercati, tuttavia, sta aumentando. Potrebbe essere un’estate calda per l’emisfero nord, non solo per chi va in vacanza, ma anche per gli investitori”. Ecco nel dettaglio l’outlook globale 2014 degli strategist di Russell Investments. 

Valore: valutazioni azionarie ancora elevate, soprattutto negli Stati Uniti

Le valutazioni azionarie nei mercati sviluppati sembrano tirate rispetto alla fine del 2013. Con un price-to-book intorno a 2,7x e un rapporto price-to-earnings (P/E) corretto per il ciclo sopra i 20x, il mercato azionario americano, come misurato dall’Indice Russell 1000® al 31 marzo 2014, registra livelli mai visti dal 2007, livelli che il team stima essere troppo cari. Anche le azioni dell’Eurozona sono leggermente care, mentre il P/E del Giappone a 13x e un P/B a 1,3x, come misurato dall’Indice Russell Japan, mostrano valutazioni vicine a livelli che riteniamo adeguati. Gli strategist di Russell ritengono che i mercati emergenti siano adeguatamente valutati, con un 30%-40% di sconto rispetto ai mercati sviluppati, secondo il Russell Emerging Markets Index e il Russell

Developed Index.

Ciclo economico: miglioramento economico nell’Eurozona, gli Usa ritrovano il proprio passo

Continua la ripresa moderata nell’Eurozona guidata dalla fiducia delle imprese e dei consumatori. Tuttavia, la recente non-azione della Banca Centrale Europea ha dato spazio alle forze deflattive aumentando il rischio di downside economico. Gli Stati Uniti dovrebbero proseguire nella ripresa dopo il gelo di febbraio e ritornare al trend anticipato di crescita moderata e bassa inflazione. “Anche se i dati macroeconomici all’inizio del trimestre sono stati deludenti, le nostre previsioni indicano che nel momento in cui il tempo meteorologico si scalderà, sotto la neve qualcosa comincerà a crescere”, afferma Luca Gianelle, client portfolio manager del team multi-asset di Russell. Gli strategist hanno un outlook positivo sul ciclo economico del Giappone, in quanto gli utili per azione sono rivisti al rialzo e un pacchetto di stimoli fiscali è attualmente in corso. Tuttavia, il team ritiene che il Giappone registrerà quest’anno una crescita più bassa rispetto al 2013 come risultato dell’aumento dell’imposta sui consumi avvenuto ad aprile 2014. Sui mercati emergenti, il ciclo economico continua ad affrontare diverse sfide come le condizioni di restringimento del credito in Cina, la domanda di materie prime in calo e, più genericamente, un’inflazione in aumento e gli effetti successivi della svalutazione monetaria.