1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’ottava in Europa si chiude in rosso, rally di Deutsche Bank in vista di un accordo con le autorità Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura di ottava all’insegna della prudenza per i listini europei all’indomani della conferma della politica monetaria da parte della Bce e in scia delle tensioni legate ai test nucleari condotti dalla Corea del Nord.

Londra ha terminato in rosso dell’1,19% a 6.776,95 punti mentre il Cac40 è sceso dell’1,12% a 4.491,4. Cali inferiori al punto percentuale per Dax (-0,95% a 10.573,44) e Ibex (-0,83% a 9.025,5).

A Francoforte spicca il +4,81% di Deutsche Bank, in prossimità di raggiungere un accordo da 2,4 miliardi di dollari con le autorità Usa per chiudere le indagini relative la vendita di mutui cartolarizzati. Segno più anche per Commerzbank (+0,43%) che, secondo quanto riportato dalla testata Handelsblatt, sta vagliando un piano di ristrutturazione che prevedrebbe il ridimensionamento della divisione “investment bank”.

In agenda macro la discesa a 19,4 miliardi della bilancia commerciale tedesca, l’incremento dal 6,9 al 7 per cento registrato dal tasso di disoccupazione canadese e la variazione nulla registrata dalle scorte all’ingrosso statunitensi.