1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’ottava in Europa inizia con il segno più

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni positive in arrivo da Stati Uniti e Cina permettono ai listini europei di iniziare l’ottava sopra la parità. Londra e Parigi hanno entrambe chiuso con un rialzo dello 0,11% fermandosi rispettivamente a 6.559,48 e 4.134,1 punti mentre il Dax è salito di un quarto di punto percentuale a 9.195,17. La performance migliore è stata registrata dall’Ibex, cresciuto dello 0,92% a 9.487,4.

Indicazioni contrastanti dai dati macro. Meglio del previsto il dato relativo l’export cinese, che a novembre grazie a un +12,7% (+5,6% a ottobre) ha spinto il surplus commerciale ai massimi dal gennaio 2009. Calo a sorpresa invece per la produzione industriale tedesca di ottobre, scesa m/m dell’1,2% (consenso +0,7%).

Per quanto riguarda le storie del giorno, -0,24% per Hsbc che secondo il Financial Times starebbe valutando se mettere sul mercato la divisione britannica “retail e commerciale”. +2,03% invece per Gdf Suez, promossa a “buy” da Merrill Lynch e rosso di un punto percentuale per Antofagasta (-0,98%) su cui Morgan Stanley ha ridotto la valutazione a “underweight”.