1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’ottava in Europa inizia con il segno meno, nuovi minimi storici per Deutsche Bank

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee con il segno meno in scia della debolezza di un comparto bancario penalizzato dalle vendite che stanno colpendo Deutsche Bank (-6%, aggiornato nuovo minimo storico a 10,62 euro). Secondo le indiscrezioni circolate nel fine settimana sulla stampa tedesca, la Cancelliera Angela Merkel avrebbe escluso l’ipotesi di aiuti pubblici per l’istituto teutonico.

Restando sul listino tedesco, +8,1% per Lanxess dopo l’annuncio dell’acquisizione di Chemtura Corp. e, in Svizzera, Aryzta perde lo 0,67% in scia del calo dell’utile netto.

In questo contesto il Ftse100 arretra dell’1,1%, il Dax segna un -1,43%, l’Ibex scende dell’1,26% e il francese Cac40 lascia sul campo l’1,56%.

In agenda macro le indicazioni contrastanti arrivate dall’indice tedesco Ifo, salito più del previsto a 109,5 punti, e dalle vendite al dettaglio italiane, scese inaspettatamente dello 0,3% mensile. Nel corso della seconda parte riflettori puntati sulle vendite statunitensi di case nuove e con l’intervento del chairman Draghi davanti alla Commissione Affari Economici e Monetari del Parlamento europeo.