1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

L’ottava di Wall Street si apre all’insegna delle vendite

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le tensioni legate alla crisi del debito spediscono Wall Street in territorio negativo. Il Dow Jones ha terminato la seduta in calo del 2,11% a 11.547,31 punti, -1,86% per lo S&P a 1.192,98 e rosso dell’1,92% per il Nasdaq che si porta a 2.523,14. Dal fronte macro, -0,13 punti per l’indice Cfnai, che misura l’andamento dell’attività economica nell’area di Chicago, mentre le vendite case esistenti sono salite a 4,97 milioni (consenso 4,9 milioni).

Tra le storie del giorno, -9,08% per Gilead Sciences, che ha raggiunto un accordo per acquisire la rivale Pharmasset per 137 dollari ad azione, pari a 11 miliardi di dollari complessivi. Il titolo Pharmasset ha terminato in rialzo dell’84,59% a 134,14 dollari. Per quanto riguarda i giudizi, +0,55% per Cigna e -4,29% per Morgan Stanley rispettivamente promosse da BofA Merrill Lynch (-5,02%) e da Collins Stewart a “buy”. Sempre dal fronte giudizi, JP Morgan (-2,32%) ha alzato il rating su Wal Mart Stores a “overweight”. Tra le altre notizie del giorno, +0,27% per Western Digital, che dovrà risarcire 525 milioni di dollari a Seagate Technology (+0,87%), e -2,27% per Chevron, sotto i riflettori a causa della perdita di greggio in uno dei pozzi di trivellazione al largo delle coste brasiliane.