1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

L’ottava di Wall Street inizia con il segno meno, Dow sotto quota 13 mila

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Inizio di ottava con il segno meno per gli indici a Wall Street. Le borse statunitensi chiudono in territorio negativo in scia delle tensioni legate al “fiscal cliff” e del calo sotto quota 50 punti, lo spartiacque tra espansione e recessione dell´attività economica, del Pmi manifatturiero (49,5 punti a novembre). Il Dow e lo S&P hanno terminato in calo di mezzo punto percentuale (-0,46 e -0,47%) a 12.965,6 e 1.409,46 punti mentre il Nasdaq ha lasciato sul parterre lo 0,27% a 3.002,2 punti. Tra gli altri dati macro del giorno, meglio del previsto il Pmi, salito a novembre a 52,8 punti, e la spesa per costruzioni, che a ottobre ha messo a segno un +1,4% mensile.

A livello di singole performance spicca il +2,28% di Dean Foods che ha raggiunto un accordo per la vendita della divisione “Morningstar Foods” a Saputo (+2,98% a Toronto) per 1,45 miliardi di dollari. Seduta all’insegna degli acquisti anche per Dell (+4,36%), promossa da Goldman Sachs (+0,52%) da “sell” a “buy” e parità per Verizon (-0,05%) nonostante l’upgrade a “buy” annunciato da Nomura. Nel comparto auto -1,43% per General Motors e -0,35% per Ford nel giorno della presentazione dei dati relativi le vendite statunitensi a novembre: la prima ha registrato un +3% a 186.505 veicoli mentre la seconda grazie a un incremento del 6,5% annuo ha totalizzato 177.673 unità. Chiudiamo con Facebook (-3,43%) che secondo TechCrunch punterebbe ad acquisire WhatsApp, il famoso servizio di mobile messaging.