L’ottava dei mercati europei si chiude in parità

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le borse europee chiudono la settimana in parità in attesa di conoscere l’esito del voto statunitense sui tagli alla sanità. Al di là della portata pratica del provvedimento in questione, si tratta di un primo e importante banco di prova per valutare la capacità della nuova amministrazione di mettere in pratica le misure promesse.

Una bocciatura del provvedimento potrebbe avere importanti ripercussioni sulle piazze finanziarie. Di poco sotto la parità il Ftse100 (-0,05% a 7.336,82 punti), il Cac40 (-0,24% a 5.020,90) e l’Ibex (-0,15% a 10.309,40). +0,2% per il tedesco Dax che si è fermato a 12.064,27.

Dopo le indicazioni migliori delle stime arrivate dal PMI manifatturiero (56,2 punti) e servizi (56,5 punti) di Eurolandia, nella seconda parte sono arrivati gli aggiornamenti statunitensi su ordini di beni durevoli (+1,7% m/m sopra le stime) e fiducia dei direttori degli acquisti di manifatturiero e servizi (53,4 e 52,9 punti, peggio del previsto).