L'ottava dei listini statunitensi inizia con il segno meno

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 11/09/2012 - 08:55
Inizio di ottava all'insegna della prudenza per Wall Street. In attesa della decisione della Corte costituzionale tedesca e delle nuove misure che potrebbero essere annunciate dalla Federal Reserve, le piazze statunitensi iniziano la settimana con il segno meno. Il Dow Jones ha messo a segno un rosso dello 0,39% a 13.254,29 punti, -0,61% dello S&P a 1.429,08 e -1,03% del Nasdaq a 3.104,02.

Nel comparto finanziario segnaliamo il -2,03% messo a segno da AIG in scia della notizia che il Dipartimento del Tesoro statunitense ha lanciato un'offerta pubblica sulle ordinarie AIG da 18 miliardi di dollari. Si tratta dell'offerta maggiore mai realizzata ed il colosso assicurativo statunitense ha già fatto sapere che riacquisterà titoli per 5 miliardi di dollari. Giornata positiva invece per Amd (+0,58%), promossa da Goldman Sachs (-1,42%) a "neutral", e per Hewlett-Packard (+0,87%) che ha alzato da 27 a 29 mila il totale dei posti di lavoro che saranno tagliati da qui all'ottobre del 2014. Chiusura con il segno meno invece per Apple (-2,6%) che nel corso della seduta ha toccato il nuovo massimo storico salendo a 683,29 dollari. Rosso anche per Western Digital (-1,62%) che ha lasciato sul parterre l'1,62% nel giorno in cui il presidente Steve Milligan è stato nominato anche Chief executive officer al posto del neo-pensionato John Coyne. Tempo di addii anche a Zynga (-2,08%) che dopo aver salutato un mese fa il Coo John Schappert oggi ha incassato le dimissioni del Chief marketing officer, Jeff Karp.
COMMENTA LA NOTIZIA