Oro: il Wgc rivede al rialzo il dato sulla domanda Indiana

Inviato da Luca Fiore il Mar, 27/11/2012 - 12:49
Seconda seduta consecutiva di consolidamento per le quotazioni dell'oro. Dopo il balzo di oltre 23 dollari messo a segno venerdì scorso, in questo momento al Comex un'oncia d'oro quota in sostanziale stabilità a 1.748 dollari l'oncia. Secondo Amresh Acharya, Direttore degli investimenti della divisione Indiana del World Gold Council, la domanda in arrivo dal subcontinente, il primo mercato per questa commodity, nel 2012 dovrebbe attestarsi a 800 tonnellate, in calo rispetto al record di 969 tonnellate del 2011 ma al di sopra delle 650-750 tonnellate stimate in precedenza.

Indicazioni rialziste per il metallo giallo arrivano sia dal dato relativo l´oro fisico detenuto dagli Etp (Exchange Traded Product), che la scorsa settimana ha messo a segno un nuovo record attestandosi a 2.605,32 tonnellate, e sia dagli acquisti da parte delle banche centrali. Gli ultimi dati diffusi dal Fondo monetario hanno evidenziato che a ottobre gli istituti di Kazakhstan, Turchia e Russia hanno incrementato le scorte in oro. Segno più anche gli acquisti in arrivo dal Brasile, le cui riserve sono salite di 17,2 a 52,5 tonnellate, il livello massimo degli ultimi 11 anni.
COMMENTA LA NOTIZIA