1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: lo “shutdown” e l’incubo “default” non bastano, nuova ottava con il segno meno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’oro non è più considerato un bene rifugio. Nonostante lo “shutdown” e il pericolo “default” per la prima economia, nelle ultime cinque sedute il metallo giallo ha evidenziato un rosso di oltre due punti percentuali. Attualmente al Comex il future con consegna dicembre passa di mano a 1.310,7 dollari l’oncia, mezzo punto percentuale in meno rispetto al dato precedente.

Secondo i dati diffusi dal World Gold Trust Services, l’oro detenuto dagli Etf si attesta a circa 29 milioni di once, 14 milioni in meno rispetto al record fatto segnare a dicembre 2012. Nonostante la forte contrazione, gli analisti ritengono che l’emorragia potrebbe essersi arrestata visto che il dato non fa segnare variazioni di rilievo da quasi un mese.