1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: quotazioni verso i minimi pluriennali in attesa della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta all’insegna della debolezza per il metallo giallo. Nonostante siano in arrivo nuovi stimoli targati Bce, l’andamento dell’oro si conferma direttamente correlato con le notizie in arrivo da Washington. Con l’80% degli operatori che ritiene che nel meeting in calendario a metà mese l’istituto guidato da Janet Yellen varerà il primo incremento del costo del denaro dal 2006, il future scambiato al Comex si sta riportando sui minimi dal primo trimestre 2010 toccati venerdì scorso a 1.051,6 dollari l’oncia (1.057,1 dollari in questo momento).

La Fed non guarderà i dati e incrementerà il costo del denaro, si legge in una nota elaborata da Carsten Fritsch, analista per le materie prime di Commerzbank. Secondo l’esperto, il meeting della Fed potrebbe innescare una ripartenza dei prezzi. “Dopo che la Fed avrà iniziato ad alzare i tassi, l’incertezza è destinata a diminuire e il prezzo dell’oro potrebbe trovarsi nelle condizioni di tornare a salire”.