Oro: quotazioni sotto i 1.300 dollari, crescono le scommesse ribassiste

Inviato da Luca Fiore il Lun, 19/05/2014 - 18:47
Inizio di ottava in sostanziale parità per le quotazioni dell'oro, stabili a 1.296 dollari l'oncia. Secondo i dati diffusi dalla statunitense Commodity futures trading commission nella settimana al 13 maggio le posizioni nette lunghe sul metallo giallo, la differenza tra contratti rialzisti e ribassisti, hanno evidenziato il secondo calo in tre settimane scendendo dell'8,3 per cento a 94.329 unità.

In particolare evidenza il +10% messo a segno dai contratti "short", saliti ai massimi da febbraio a 31.283. Indicazioni ribassiste arrivano anche dall'oro detenuto dagli Etp (Exchange traded product), alla nona settimana consecutiva con il segno meno.

Gli analisti di Goldman Sachs stimano che nel giro di 12 mesi i prezzi del bene rifugio per eccellenza scenderanno a 1.050 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA