Oro: quotazioni salgono in scia delle tensioni in arrivo dai mercati emergenti

Inviato da Luca Fiore il Mer, 29/01/2014 - 16:22
L'oro torna a far valere il suo status di bene rifugio in scia delle tensioni che stanno cingendo d'assedio i mercati emergenti. L'effetto innescato dagli incrementi del costo del denaro in Turchia e Sud Africa (ad aprire le danze ci aveva pensato l'India) sembrerebbe temporaneo e, in attesa della decisione della Federal Reserve di questa sera, il metallo giallo avanza di oltre un punto percentuale a 1.264,4 dollari l'oncia.

Secondo i dati contenuti in un report pubblicato da Société Générale e Thomson Reuters Gfms, nel corso del terzo trimestre 2012 l'hedging sull'oro ha fatto registrare il livello minimo dall'inizio delle serie storiche (2002) attestandosi a 92 tonnellate, 6 in meno rispetto ai tre mesi precedenti.

L'hedging è utilizzato per tutelarsi da eventuali scossoni del mercato: vendendo in anticipo, i produttori si cautelano da un ulteriore calo dei prezzi.
COMMENTA LA NOTIZIA