Oro: quotazioni positive nonostante non farm payrolls sopra le stime

Inviato da Luca Fiore il Ven, 06/12/2013 - 17:32
Seduta altalenante per le quotazioni dell'oro che dopo esser sceso a testare il supporto in quota 1.210 dollari l'oncia poco dopo la pubblicazione dei dati relativi l'andamento del mercato del lavoro statunitense, in questo momento segna un incremento percentuale di 20 punti base a 1.234,5 dollari l'oncia. Nelle ultime cinque sedute il prezzo del metallo giallo ha evidenziato un -1,4%.

A novembre il saldo delle non farm payrolls è risultato positivo per 203 mila unità, circa 20 mila in più rispetto alle attese, e il tasso di disoccupazione è sceso ai minimi da 5 anni al 7%.

Nonostante un miglioramento della congiuntura a stelle e strisce potrebbe far partire il processo di normalizzazione della politica monetaria statunitense già a partire da dicembre, diversi analisti scommettono che la Federal Reserve rinvierà il tapering in vista del ritorno dell'accoppiata "shutdown-default" nei primi mesi del 2014.
COMMENTA LA NOTIZIA