Oro: quotazioni in attesa della sfida Obama-Romney

Inviato da Luca Fiore il Lun, 05/11/2012 - 14:58
Tentativo di rimbalzo per le quotazioni dell'oro. Segno più al Comex per il derivato con consegna dicembre sul metallo giallo che dopo aver toccato venerdì il livello minimo da due mesi a 1.674,8 dollari l'oncia, in questo momento segna un rialzo dello 0,3% a 1.680,3 dollari. Gli investitori stanno mantenendo un atteggiamento attendista in vista del risultato delle elezioni statunitensi. La conferma di Obama rafforzerebbe l'attuale politica interventista della Federal Reserve mentre l'affermazione di Mitt Romney, che più volte si è detto contrario alle misure espansive della Fed, porterebbe ad un rafforzamento del biglietto verde.

Nel primo caso le quotazioni dell'oro dovrebbero tornare a crescere mentre nel secondo potrebbero riportarsi sotto i 1.600 dollari. Secondo i dati diffusi dalla statunitense Commodity Futures Trading Commission nella settimana al 30 ottobre le posizioni nette lunghe, la differenza cioè tra quelle rialziste e ribassiste, su future e opzioni detenute dai money managers sull'oro hanno evidenziato un calo del 7,5% a 149.853 contratti.
COMMENTA LA NOTIZIA