1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: quotazioni capitalizzano notizie in arrivo dall’Iraq, mercoledì c’è la Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nuova seduta con il segno più per le quotazioni dell’oro che in avvio di ottava passa di mano a 1.276,1 dollari l’oncia, lo 0,2% in più rispetto al dato precedente. Le tensioni in arrivo da Iraq e Russia la scorsa settimana hanno permesso ai prezzi di mettere a segno un incremento dell’1,8%.

Robin Bhar di Societe Generale ritiene che il meeting della Fed in calendario per martedì spingerà il focus del mercato verso lo stato salute della prima economia. “L’oro è sostenuto dalle tensioni geopolitiche ma ogni segnale di miglioramento in arrivo dal fronte macro è destinato a fermare i rally”, ha detto Bhar.

Nelle cinque sedute al 12 giugno i dati diffusi dalla Commodity futures trading commission (Cftc) hanno evidenziato una crescita delle posizioni nette lunghe, la differenza tra contratti rialzisti e ribassisti, dello 0,4%. Per il dato si tratta del primo incremento in cinque settimane. Sostanzialmente stabile l’oro detenuto dagli Etp (Exchange traded product), salito nella settimana al 13 giugno di 2,5 a 1.718,2 tonnellate.