1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: prezzi potrebbero beneficiare del processo di normalizzazione della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Quotazioni dell’oro in rosso all’indomani del primo incremento del costo del denaro statunitense dal 2006. -1,66% al Comex per un’oncia d’oro che passa di mano a 1.058,9 dollari in scia del rafforzamento del dollaro innescato dalla decisione della Fed di alzare il tasso sui Fed Funds di un quarto di punto percentuale. Secondo gli analisti di Commerzbank, l’avvio del processo di normalizzazione negli Stati Uniti potrebbe permettere una ripresa dei prezzi del metallo giallo. Alla luce del fatto che 12 mesi dopo l’ultimo rialzo i prezzi hanno segnato un +11% e “dato che questa volta sono previsti meno incrementi, il prezzo dell’oro dovrebbe essere in grado di registrare una performance simile anche se -diversamente rispetto al passato- il dollaro dovesse salire moderatamente”, riporta la nota di Commerzbank.