1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: prezzi capitalizzano la prudenza della Fed

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Finale di ottava con il segno più per il metallo giallo. La decisione della Federal Reserve di posticipare la prima stretta monetaria da quasi 10 anni e un outlook sulle prospettive economiche valutato prudente stanno favorendo le quotazioni dell’oro, in rialzo di quasi 20 dollari a 1.136,6 dollari l’oncia (+1,75%). Alla forza dell’oro, ai massimi da due settimane, fa da contraltare la debolezza del biglietto verde, in calo, nel caso del dollar index, dello 0,33% a 94,24 punti. “Il comunicato della Fed è chiaramente caratterizzato da toni da ‘colomba’ e questo sta affossando il dollaro e sostenendo l’andamento dei metalli preziosi”, segnala Georgette Boele di ABN Amro. Al momento il saldo delle ultime cinque sedute è positivo per oltre tre punti percentuali.