1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: miglioramento sentiment pesa sui prezzi, possibile consolidamento nel breve a 1.250 $ (analisti)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Si mantiene positivo il saldo da inizio anno dell’oro con quotazioni poco sotto area 1.300 dollari (1.296 $), con una risalita di quasi 30 dollari in questa prima parte di ottobre dopo il forte ritracciamento di settembre. In prospettiva un aumento dei rendimenti obbligazionari statunitensi e rafforzamento del dollaro potrebbe pesare sulle quotazioni del metallo giallo. 2Il generale miglioramento del sentiment sul rischio determinato dalla ripresa sostenibile e sincronizzata della crescita economica globale e dall’ottimismo circa la riforma fiscale Usa non è stato molto favorevole per l’oro in quanto gli investitori sono stati più inclini a spostarsi su asset più rischiosi”, rimarca Névine Pollini, Senior Commodities Analyst di Union Bancaire Privée (UBP).

“I dati economici dovrebbero restare solidi e la Fed avrà le basi per un aumento dei tassi di interesse a dicembre (per il quale la probabilità di mercato implicita è di circa l’80%)”, aggiunge Pollini che nel breve termine resta cauto sull’oro che potrebbe consolidarsi attorno alla soglia dei 1.250 dollari, vicino alla sua media mobile di 200 giorni, mentre sul più lungo periodo rimane costruttivo “in quanto gli investitori, alla fine, potrebbero decidere di rifugiarsi nel metallo giallo per mettere al sicuro i propri asset”.