Oro: Merrill, il peggio è già dietro le spalle

Inviato da Redazione il Lun, 26/06/2006 - 11:55
Le quotazioni dell'oro hanno già toccato il fondo e hanno intrapreso la lunga strada del recupero. E' questa la tesi di Michael Jalonen e Anita Soni di Merrill Lynch, che in un report di oggi si dicono convinti che anche quest'anno come "in quasi tutti gli anni a partire dal 1989" il lingotto possa mettere "a segno in tarda estate/inizio autunno un rimbalzo in scia alla domanda proveniente dall'industria della gioielleria". Dati anche gli altri fattori che potrebbero giocare a favore del metallo giallo (debolezza del dollaro e tensioni geopolitiche), i due analisti prevedono che l'oro possa tornare a 650 dollari per oncia entro la prima parte dell'autunno. A sostegno della tesi iniziale, Jalonen e Soni evidenziano che quella chiusa venerdì scorso è stata la prima settimana di rialzo per l'oro (+0,4%) dopo sei settimane di cali. Tra i titoli che maggiormente potrebbero beneficiare di un prossimo rally, Merrill Lynch cita Glamis Gold e Agnico-Eagle Mines.
COMMENTA LA NOTIZIA