1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: incremento di oltre il 2% in cinque sedute, analisti invitano alla cautela

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Torna il segno più per il saldo settimanale dell’oro. Dopo un -2,5% e un -2,05%, nelle ultime cinque sedute, incurante del nuovo rialzo dei tassi negli Stati Uniti, il metallo giallo ha messo a segno un incremento del 2,15% riportandosi in quota 1.230 dollari l’oncia (1.229,8 in questo momento).

A spingere i prezzi è stato l’indebolimento del dollaro che, avendo già prezzato la nuova stretta, si è preso una pausa a ridosso della riunione dell’istituto guidato da Janet Yellen.

Per gli analisti di Goldman Sachs la fase rialzista potrebbe aver vita breve e l’outlook del metallo giallo si conferma “abbastanza incerto”.

“Nelle condizioni attuali, preferiamo l’azionario” anche perché per gli analisti di Goldman la Fed potrebbe essere in ritardo “e questo potrebbe portare a una normalizzazione più rapida di quella prezzata dal mercato, un fattore potenzialmente negativo per l’oro”.