Oro, in calo del 12% la domanda mondiale nel 2° trimestre 2013

Inviato da Massimiliano Volpe il Ven, 16/08/2013 - 09:57
La domanda mondiale di oro ha registrato una battuta d'arresto nel secondo trimestre del 2013. In controtendenza solo il settore orafo tanto che il calo dei prezzi del metallo prezioso ha favorito un incremento della domanda da parte del settore della gioielleria nei Paesi asiatici.
È quanto emerge dall'ultimo report diffuso ieri sera dal World Gold Council sul mercato dell'oro a livello mondiale. Secondo il World Gold Council nel corso del secondo trimestre del 2013 la domanda di oro da parte dell'industria orafa (soprattutto in Cina e India) è aumenta del 37% a 576 tonnellate rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Complessivamente la domanda mondiale di oro nel secondo trimestre del 2013 è scesa però del 12% a 856 tonnellate, penalizzata dalla flessione degli acquisti da parte delle Banche centrali (-57%) a 71 tonnellate. Da registrare anche il disinvestimento da parte degli ETF per 401 tonnellate in parte bilanciato dagli acquisti di lingotti. Complessivamente la domanda di oro per investimento è stata pari a 257 tonnellate. Sul fronte dell'offerta, la produzione mineraria si è attestata a 732 tonnellate (+4%) mentre l'attività di riciclo è diminuita del 21%, facendo registrare complessivamente un calo dell'offerta del 6% rispetto all'analogo periodo dello scorso anno.


TAG:
COMMENTA LA NOTIZIA