1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: Hbsc, quotazioni in quota 1.900 dollari entro fine anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

“Il terzo round di acquisto asset della Fed e le altre misure di allentamento delle Banche centrali spingeranno la domanda di oro per investimento”. È quanto si legge in un report preparato dagli analisti di Hsbc. “Per gli investitori -continua il resoconto- che ritengono che il QE3 non riuscirà a far ripartire la crescita, l’oro rappresenta un asset attraente e di qualità. Per chi ritiene che il QE3 avrà un impatto sui prezzi al consumo, l’oro rappresenta un’opportunità di copertura”.

Secondo Hsbc i prezzi del metallo giallo saliranno in quota 1.900 dollari entro fine anno. A causa della debolezza registrata nella prima parte del 2012, la stima relativa l’intero anno è stata portata da 1.760 a 1.700 dollari l’oncia. L’anno prossimo invece la view sul prezzo medio è stata alzata da 1.775 a 1.850 dollari l’oncia e i prezzi dovrebbero oscillare nel range 1.550-2.000 dollari. In crescita anche la stima 2014, che passa da 1.750 a 1.775 dollari. Attualmente al Comex un’oncia di oro con consegna dicembre è scambiata a 1.744,8 dollari, mezzo punto percentuale (-8,4 dollari) in meno rispetto al dato precedente.

Commenti dei Lettori
News Correlate
VALUTE

Forex: euro di slancio sopra 1,14 contro il dollaro

Massimi a oltre 13 mesi per l’euro che prosegue la sua corsa rialzista. La divisa unica europea si è portata di slancio sopra quota 1,14 (massimo intraday a 1,1433) proseguendo il rally dei giorni scorsi, innescato dalle parole di Mario Draghi su ref…

COMMODITY

Commodity: ancora acquisti sull’oro, saldo settimanale torna positivo

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, l’oro porta il saldo settimanale in lieve territorio positivo (+0,2%). In scia della debolezza del biglietto verde, il future con consegna agosto scambiato al Comex passa di mano a 1.258,3 dollari, lo 0…

COMMODITY

Gas: scorte salgono meno del previsto, segno più per i prezzi

Segno più al Nymex per il future con consegna agosto sul Gas Naturale, in rialzo dell’1,1% a 2,947 dollari per milione di BTU (British Termal Unit). A spingere i prezzi è l’aggiornamento settimanale sull’andamento delle scorte negli Stati Uniti.