Oro: balzo per le posizioni nette lunghe, focus su Bce e payrolls

Inviato da Luca Fiore il Lun, 30/06/2014 - 16:57
L'ottava del metallo giallo inizia all'insegna della debolezza. Prima seduta della settimana all'insegna della debolezza per le quotazioni del bene rifugio per eccellenza che al Comex arretra dello 0,2% a 1.317,3 dollari l'oncia. A meno di eventi improvvisi, i prezzi, saliti del 5,6% nell'ultimo mese, non dovrebbero far registrare variazioni di rilievo fino a giovedì quando si riunirà il board della banca centrale europea e il Dipartimento del lavoro statunitense diffonderà i dati relativi le non-farm payrolls di giugno.

Nella settimana al 27 giugno il metallo giallo detenuto nei caveau degli Etp (Eexchange traded products) ha evidenziato un incremento di 2,6 a 1.715,5 tonnellate (dati Bloomberg). Al 24 giugno invece i dati elaborati dalla Commodity futures trading commission hanno evidenziato un balzo delle posizioni nette lunghe, la differenza tra contratti rialzisti e ribassisti, del 72% a 114,3 mila contratti, l'incremento maggiore dal 2007.
COMMENTA LA NOTIZIA