1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Oro: ancora presto per parlare di inversione di tendenza

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni relative a una possibile inversione di tendenza dell’oro si trovano di fronte a un primo esame. Questo in sintesi il commento dell’analista di XTB, Marco Dall’Ava raccolto da Finanza.com. “Ci troviamo in una fase cruciale per l’andamento delle materie prime – spiega Dall’Ava – in quanto il dollaro, valuta con cui vengono commerciate, si trova vicino a importanti supporti e potremmo assistere, nelle prossime settimane, ad una rivalutazione della divisa americana”. Tecnicamente per parlare di inversione di tendenza occorreranno tuttavia conferme. “Sull’oro – prosegue ancora l’analista – la settimana scorsa abbiamo registrato un possibile primo segnale di inversione del trend, dopo un cammino rialzista che sembrava non aver mai fine. Se dovesse essere rotta la trendline rialzista di breve periodo, durante questa settimana, l’oro potrebbe rintracciare fino a 1265 $ l’oncia, in prima battuta”. XTB, che ha da poco aperto un ufficio a Milano, si presenterà al mondo del trading italiano in occasione della Trading Online Expo di Borsa Italiana.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…

COMMODITY

Petrolio: miglior settimana da inizio anno in attesa dell’Opec

Alla terza seduta consecutiva con il segno più, il Brent porta il saldo settimanale al +5,55%, il dato maggiore da inizio anno. Nuovo segno più all’ICE per il future con consegna luglio sul greggio, in aumento del 2,15% a 53,64 dollari il barile.