Ormiston (Ignis Asset Management): Spagna resta snodo cruciale per sopravvivenza dell'Euro -2-

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 14/12/2010 - 17:47
Nel 2011 il maggior rischio, secondo Ormiston, è rappresentato dall'eventualità che i mercati obbligazionari continuino ad abbattere uno a uno i Paesi periferici. Il Portogallo presto seguirà Grecia e Irlanda nella richiesta di aiuti, "ma il punto cruciale nella battaglia per la sopravvivenza dell'Euro resta la Spagna; e questo confronto finale tra l'efficacia delle risoluzioni politiche e le dinamiche di mercato rappresenta il fattore essenziale nel determinare il sentiment per il prossimo anno", continua il gestore che sottolinea come questa ipotesi non è nell'interesse né delle economie più forti che costituiscono il cuore delle politiche europee (per esempio la Germania), né degli Stati periferici. Un ritorno al marco per la Germania sarebbe seguito da una enorme rivalutazione della moneta, che si rivelerebbe disastrosa per un paese che fa affidamento sulle esportazioni dei prodotti manifatturieri. Allo stesso modo, i Paesi periferici, se fossero costretti a fare ritorno alle loro monete, potrebbero trovare chiuse le porte dei mercati dei capitali.
COMMENTA LA NOTIZIA