Ormiston (Ignis Asset Management): Spagna resta snodo cruciale per sopravvivenza dell'Euro -1-

Inviato da Titta Ferraro il Mar, 14/12/2010 - 17:47
Anche nel 2011 si assisterà ad andamenti contrastanti sui mercati europei. E' il pensiero di Ian Ormiston, gestore di Ignis Asset Management. Sotto l'occhio del ciclone saranno ancora i paesi periferici dell'Eurozona, inclusa l'ex tigre celtica irlandese, mentre le economie del nord, grazie al buono stato di salute delle finanze pubbliche, dei governi e delle aziende, continueranno a registrare a crescere e a produrre rendimenti positivi sui mercati.
"L'equilibrio tra sentiment negativo e fondamentali positivi - rimarca il gestore di Ignis AM - crea un'eccellente opportunità per le aziende europee che attualmente hanno un ottimo posizionamento, grazie ai profitti originati al di fuori dell'Europa, poiché possono beneficiare della perdita di valore dell'euro. Le attività di fusione e acquisizione dovrebbero essere di supporto al mercato azionario nel 2011, poiché le società dispongono di maggiore liquidità rispetto alla fase precedente la crisi e le attuali valutazioni rendono le acquisizioni e le operazioni di riacquisto di azioni proprie molto attraenti per l'impiego della liquidità".
COMMENTA LA NOTIZIA