1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Opel, i sindacati cambiano idea e respingono il piano di Magna

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

L’acquisto di Opel si fa sempre più difficile. Ora i sindacati tedeschi respingono l’offerta del consorzio formato da Magna e dalla banca russa Sberbank, perchè non piace il piano di ristrutturazione della casa automobilistica presentato ieri ai rappresentati dei consigli di fabbrica degli stabilimenti europei. Il nodo è il taglio del personale. Il numero uno delle tute blu parla di “numeri inaccettabili”. Finora si pensava a 10.500 tagli in tutta Europa, mentre secondo alcune indiscrezioni la sforbiciata riguarderebbe 11.00 lavoratori entro il 2011. Di fronte a questa ipotesi, i sindacati hanno organizzato per domani una manifestazione europea.