Opel, scontro tra Gm e governo tedesco sul prestito-ponte

Inviato da Valeria Panigada il Gio, 10/09/2009 - 09:07
La decisione sul destino di Opel sembra essere vicina, ma le ultime ore di suspence suscitano tensione tra il governo tedesco e la casa madre General Motors. Nei giorni scorsi, il consiglio di Gm, riunitosi a Detroit, ha discusso le diverse ipotesi sul destino della filiale europea, compresa quella di un rinvio a ottobre. Ma ieri, il governo tedesco, ansioso di avere rassicurazioni sul mantenimento delle fabbriche e la salvaguardia dell'occupazione, ha minacciato il gruppo Usa: "Il prestito ponte di 1,5 miliardi di euro che abbiamo concesso è legato alla vendita alla Magna, e una decisione diversa della Gm legittimerebbe una richiesta immediata di rimborso", ha detto il ministro dell'Economia, Karl Theodor zu Guttenberg. L'avvertimento ha suscitato pesanti malumori in casa Gm che ha subito replicato che il prestito non avrebbe nulla a che vedere con la decisione da prendere.
COMMENTA LA NOTIZIA