L’Opec si riunisce dopo l’attentato in Arabia Saudita

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dal Financial Times: il mercato del petrolio apre oggi a New York e a Londra dopo la chiusura di ieri per festività, ma soprattutto dopo il week end di sangue vissuto in Arabia Saudita, il principale produttore. I gravi problemi di sicurezza, che fanno temere possibili interruzioni delle forniture in un momento di elevatissima richiesta, spingono gli analisti alla previsione di un’ulteriore spinta verso l’alto dei prezzi che si muovono attorno ai 40 dollari al barile. Dalla riunione dei membri Opec a Beirut è attesa la decisione di innalzare il tetto di produzione del petrolio, ma si pensa che tale manovra potrà alleviare le tensioni di prezzo solo per qualche giorno. Molti analisti ritengono infatti che il problema principale siano i molti speculatori attratti nel mercato dalla crescente incertezza e insicurezza delle forniture mediorientali, nonostante le rassicurazioni dei paesi Opec e dell’Arabia Saudita in primis di riuscire a far fronte alle richieste.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…