Opec: domani meeting a Vienna, possibile revisione delle quote di produzione (Barclays Capital)

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Domani a Vienna il meeting dell’Opec, che cade proprio il giorno dopo il rally del Wti dovuto alla possibile chiusura dello stretto di Hormutz da parte dell’Iran, che in questo modo ostacolerebbe il passaggio del petrolio proveniente dal Golfo Persico. Quanto accaduto potrebbe avere delle ripercussioni sulla possibile nuova decisione sul target di produzione delle compagnie petrolifere, benchè, come nota Barclays Capital, fino ad ora le decisioni prese durante questi meeting non abbiano influito sulla produzione effettiva. Un’altra questione di cui occuparsi sarà l’adeguamento della produzione in modo da coprire gli ammanchi produttivi della Libia a causa della guerra. Le scorte Oecd, nota la banca d’affari inglese, al momento sarebbero 55 milioni di barili in meno alla media quinquennale, quindi meno capaci di far fronte ad eventuali shock produttivi.”L’Opec deve certo riordinare le quote”, commentano gli esperti di Barclays Capital, “ma la chiave sarà l’offerta reale sottostante. Non ci aspettiamo nessun cambiamento esplicito nelle politiche petrolifere”. I ministri responsabili in materia energetica dei Paesi Opec resteranno cauti, secondo gli esperti britannici, soprattutto in vista di prezzi innalzati di 25 dollari al barile nell’ultimo anno.

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…