Opa Fastweb, Scaglia cede la sua quota

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 11/04/2007 - 09:09
Quotazione: SWISSCOM R
Quotazione: FASTWEB

Riflettori ancora puntati su Fastweb. Nella giornata di ieri, il presidente della tlc milanese, Silvio Scaglia, come già preannunciato nei giorni scorsi, ha conferito all'Offerta pubblica di acquisto (Opa) di Swisscom il proprio pacchetto azionario nella società, nel primo giorno dell'offerta. La partecipazione di Scaglia, come si legge in una nota diramata dalla società, è detenuto attraverso Sms Finance ed è pari al 18,7% del capitale Fastweb. L'Opa amichevole di Swisscom, a 47 euro per azione, è partita oggi e si concluderà il prossimo 15 maggio.

Intanto, anche Swisscom non sta con le mani in mano. Il primo operatore di telefonia elvetico ha notificato alla Commissione europea l'Opa su Fastweb. È quanto ha reso noto Bruxelles in un comunicato. L'Antitrust europeo è, infatti, chiamato a pronunciarsi sulla questione entro il 10 maggio: una decisione che arriverà sulla base delle normative Ue sulla concorrenza che decreteranno l'ammissibilità, o meno, dell'operazione, che ha ricevuto il nulla osta dalla Consob prima delle festività di Pasqua. Inoltre, per garantire una risoluzione in tempi più brevi, la Commissione prenderà in esame il caso seguendo la procedura semplificata.

Vogliamo confermare il management di Fastweb. È questa l'idea dell'amministratore delegato di Swisscom, Carsten Schloter, rilanciata in un'intervista rilasciata al Sole 24 Ore. L'intenzione è di lasciare tutti al proprio posto a partire dall'amministratore delegato della società di telecomunicazioni, Stefano Parisi. L'Offerta pubblica di acquisto su Fastweb è, dunque, partita e dalle colonne del primo quotidiano finanziario del Belpaese il numero uno del gruppo elvetico lancia segnali incoraggianti per il board italiano e coglie anche l'occasione per ribadire il loro disinteresse nei confronti di Telecom Italia.

COMMENTA LA NOTIZIA